Il cammino verso la baia

Blanche ed io, in questa mattina assolata di novembre, abbiamo preso il cammino verso la baia. Mi colpiscono i dettagli lungo le strade di Brooklyn che si risveglia, l’odore mesto di zuppa sul fuoco, le musiche di un tempio cinese, l’insegna di un vecchio diner all’incrocio… All’altezza del Verrazano bridge, guardando l’ombra che il ponte […]

Un insolito risveglio

Good Morning America. Buongiorno. L’uomo in tuta rossa che porta sempre a spasso il cane, all’alba di questa tiepida mattina di primavera é costretto a fermarsi davanti al nastro giallo della polizia che blocca l’accesso alla nostra strada. La poliziotta nera scende dall’auto parcheggiata di traverso e va incontro all’uomo – oggi non si passa-, […]

Un morso, o meglio due, alla Grande Mela

Pezzo scritto per la rivista “La Cucina Italiana” Olivia ed io quando ci siamo conosciuti a New York City, nel tardo autunno di qualche anno fa, non immaginavamo di avere cosi tanti sapori in comune e che ci saremmo ritrovati col tempo a coltivare, con la stessa passione, il nostro amore e la nostra scelta […]

Il giorno che è nato Pablo

Il giorno che è nato Pablo io stavo facendo colazione con il mio yogurt greco a casa, a Brooklyn. Era un sabato mattina di Aprile, la primavera timida faceva capolino ed io ho visto le sue prime foto via email neanche un’ora dopo il parto. Mi sono emozionato, ho chiamato suo padre in Andalusia, ci […]

La Patente

Gli occhi profondi e taglienti della ragazza nera in fila sono il primo sguardo ad incuriosirmi in questa mattina di tardo inverno che si trascina lungo un marzo umido. Il campionario umano che affolla gli uffici della motorizzazione di Brooklyn è un fantastico scorcio di America. Quella più genuina e popolare, quella che scalda l’animo. […]

L’incrocio

L’incrocio e la strada e il marciapiede si lasciano avvolgere da lunghissimi centimetri di neve soffice e vergine. Non stupisce tanto il silenzio che ammanta la notte ed il tutto, ma il rumore netto contenuto in esso, il suono di cristalli di ghiaccio che il vento muove folle. La tempesta segue il suo corso e […]

Il barbiere

Gaspare oggi indossa una camicia rossa ad evidenziare una pancia importante e l’aria delle feste. Dall’apparecchio radio accanto ad un carretto siciliano in porcellana Frank Sinatra canta My Way ed ammorbidisce l’atmosfera del Barber Shop. Fuori in strada i primi, timidi, fiocchi di neve si posano sulle spalle dei passanti. Io siedo sul divano in […]

Sul ponte

Sul ponte siamo rimasti io ed il sassofonista nero, uno di fronte l’altro. Lui gode del morbido sole di dicembre, io della sua musica. Fino a qualche minuto prima c’era una famigliola colombiana che lanciava molliche alle anatre nello stagno, poi, d’improvviso, ha continuato il lento passeggiare nel parco. Poco dopo, un ebreo ortodosso con […]

Il profumo dell’abete

Il profumo balsamico dell’abete che mi carico in spalla sulla via di casa é un aroma tutto americano. La resina che m’impregna mani e giacca ha una consistenza calda e viva. E’ piacevole. Gli aghi sono fitti e verdissimi ed al tatto ti portano la mente ai boschi immensi del Canada, ai laghi ghiacciati e […]

L’Aria é diventata fredda che un po’ punge

Gli alberi ormai hanno perso tutte le foglie, anche i più ostinati. L’aria è diventata fredda che un po’ punge, a me, però, piace e godo di quel primo brivido d’inverno mentre tiro fuori la bici nel mattino frizzante. Come in un letargo alla rovescia, le brownstones riemergono nelle vie di Bed-Stuy con la facciata […]

Concedersi il tempo

Ora, come ben noto, Manhattan è questo luogo del mondo affollato all’inverosimile, quintessenza globale della percezione metropolitana, dove l’essere umano è, più che altro, moltitudine indistinta all’occhio frettoloso. Talvolta, risulta estremamente arduo posare lo sguardo e concedersi il tempo per mettere a fuoco le singole, meravigliose, piccole grandi cose che accadono agli uomini ed alle donne […]

Di nuovo a casa

Ta-tan. Il rumore secco che fa il pesante timbro metallico sul passaporto per me é sempre stato il suono della libertà. L’agente della dogana all’aeroporto di Newark, che mi ammette ancora una volta in America, ha indosso la divisa con sulla spalla il distintivo a stelle e strisce ed appoggiato alla sedia un giubbotto con il […]

Mario

-Mario è un brav’uomo, lui deve sempre aiutare tutti quanti!- dice sua sorella Angelina da dietro al bancone della bottega di pizzicagnolo che insieme gestiscono da una vita intera su Metropolitan Avenue, dove la Williamsburg degli Hipsters cede il passo a quella Brooklyn ancora autentica ed i grattacieli di New York sono solo lo sfondo […]

Una domenica perfetta

La volete una dritta per un domenica perfetta? Prendete casa a Brooklyn, può funzionare anche se vivete in città, ma non sarà la stessa cosa. Soprattutto, prendete una giornata tersa di Settembre, la bici e la vostra fidanzata. Partite presto ma non troppo, tipo le 10. Non indugiate nel vostro sonnacchioso quartiere vittoriano sorseggiando un […]

I pompieri

L’inverno é alle ultime battute, la giornata e’stata fredda, assolata ed intensa. Al tramonto ho deciso per un Chai Latte ed il mio taccuino nella caffetteria all’angolo tar Havemeyer e Grand. Uno dei miei luoghi intimi. Mi piace sedere dove posso osservare entrambe le strade e vedere Brooklyn che scorre. Mi piacciono i clienti assorti […]

Noi a Nuiorc

da un’intervista doppia tra me ed Olivia scritta per il blog Nuok nel Marzo 2010. Carmine, raccontaci brevemente chi è Olivia! Ollie dagli occhi color nocciola l’ho conosciuta al 41esimo piano di un building colossale sulla 38esima strada, in una mattina pallida del dicembre 2008. Era assorta nel suo lavoro alla redazione de la “La […]

Brooklyn al sole

Brooklyn al sole sono due ragazze che bevono con la cannuccia da una noce di cocco. Brooklyn al sole e’una bimba con i dreadlocks che ti fa Hi con la manina. Brooklyn al sole e’ il camioncino dei gelati che arriva scampanellando ed i ragazzi che gli corrono incontro. Brooklyn al sole e’ un tizio […]

A sud del ponte si ferma il tempo

Domenica mattina c’era il sole, l’aria fredda tersa e quella bella luce limpida. Avevo una matta voglia di bici e di New York. Di quella Mela intima, solo mia, quella che mordo isolato dopo isolato ed assaporo miglio per miglio, mai sazio. La bici si e’ rivelata la mia nuova compagna fedele ed ha irrimediabilmente […]

La classe media va a Coney

La linea Q del Subway il sabato mattina porta l’immenso popolo della Mela alle spiagge cittadine della Piccola Russia; dalle parti di Coney dove la costa di Brooklyn si bagna nella baia di New York. Su dal Bronx sono anche piu’ di 2 ore di viaggio. Il vagone e’colmo come in un weekday ma il […]